Books


 


negri matteo_190

MATTEO NEGRI. Diciassette sculture a colori

Silvana Editoriale

Parte della ricerca più recente di Matteo Negri abbandona la composizione tridimensionale e sposta l’indagine dall’oggetto al piano. I volumi lasciano il posto a sculture basate su formati bidimensionali che si intersecano tra loro, tra rifrazioni, moltiplicazioni e inciampi dello sguardo. L’astrazione formale è necessaria all’artista per il nuovo orizzonte della sua sperimentazione: la forma diventa un’area liminale che permette di scoprire l’opera come qualcosa di non distinto dal mondo che la contiene, ma piuttosto come un luogo di configurazione, di ridefinizione del mondo stesso.

Curatore: Pietro Gaglianò, Ivan Quaroni
Formato: 30 x 24
Pagine: 160
N. illustrazioni: 200
Rilegatura: Cartonato con plancia
Anno pubblicazione: 2017
Lingua: Ed. bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:9788836636785
Prezzo: 30,00 Euro

copertina-maranghi-rumore-di-fondo-1170x361

GIOVANNI MARANGHI. Rumore di fondo

Bandecchi & Vivaldi

Catalogo a cura di Ivan Quaroni, stampato in occasione  della mostra personale di Giovanni Maranghi intitolata “Rumore di fondo”, a Cà dei Carraresi, Treviso

© 2017 Casa d’Arte San Lorenzo
ISBN 978-88-8341-653-8

€ 25.00


james-bond-spiegato-ai-cinefili

JAMES BOND spiegato ai cinefili

Ass. Culturale Il Foglio Editore

Quando è uscito Spectre si è parlato molto della sua ricchezza di rimandi interni ai vari film della serie di James Bond, delle citazioni e dei riferimenti disseminati ad arte da Sam Mendes con gusto da regista cinefilo. In effetti, tutte le pellicole della saga sono legate tra loro da una serie di corrispondenze più o meno evidenti. Ma oltre ai collegamenti tra un film e l’altro, nel ciclo di 007 si possono cogliere anche relazioni importanti con altre opere del cinema d’autore e con grandi temi affrontati nel corso del tempo dai maestri della settima arte. Emergono allora tutta una serie di sottotesti che invitano a sviluppare una lettura trasversale dei film della saga dell’agente segreto britannico, come in queste pagine, dove, tra vodka Martini e basi fantascientifiche, compaiono, tra gli altri, anche i nomi di Fellini, Hitchcock e Visconti. Il libro comprende saggi di Mathias Balbi, Chiara Bruno, Andrea Carlo Cappi, Stefano Di Marino, Giuseppe Frazzetto, Mario Gerosa, Lapo Gresleri, David Huckvale, Gemma Lanzo, Roberto Lasagna, Marco R. Locatelli, Anton Giulio Mancino, Ivan Quaroni, Sergio Sozzo, Carlo Valeri, Vito Zagarrio, Fabio Zanello.

Curatore: Mario Gerosa
Editore: Ass. Culturale Il Foglio
Collana: Cinema
Anno edizione: 2016
Pagine: 190 p. , Brossura
EAN: 9788876066436

copertina-isabella-nazzarri-vita-delle-forme

ISABELLA NAZZARRI. Vita delle forme

ABC-ARTE Edizioni

ABC-ARTE, in linea con la propria attività di connettore di idee e linguaggi creativi, si fa sostenitore di un progetto espositivo a lungo auspicato e atteso: la mostra di Isabella Nazzarri Vita delle forme, curata da Ivan Quaroni e allestita presso gli spazi della galleria C2 Contemporanea di Firenze. Isabella Nazzarri è un’artista che si esprime con una metodologia di lavoro matura e completa. La consapevolezza della sua ricerca, le sue capacità tecniche e le sue possi- bilità teoriche la rendono promessa del panorama artistico italiano. Il suo percorso di ricerca continua a progredire, ma allo stesso tempo rimane costante nei suoi principi, perché rappresentazione di una realtà individuale tramite uno schema teorico astratto.

Ivan Quaroni , Antonio Borghese, 2016
Standard 96 pages
Publisher: ABC-ARTE
ISBN: 9788895618128
Dimensions: 24 x 17 cm

copertina_937511195x

KOJI YAMAMOTO.  Un’Altra Natura e Vecchio Pino Vivente

Lorenzelli Arte Edizioni

L’arte di Koji Yamamoto non ha nulla di casuale – scrive Ivan Quaroni nel catalogo che accompagna la mostra – e non è mai, a dispetto delle impressioni superficiali, l’espressione di un moto istintivo, ma il risultato di un lungo processo di affinazione che è soprattutto un processo di comprensione delle forze vitali e creative dell’esistenza. In essa si può cogliere tutta l’eredità della visione orientale. Una visione non-duale che, non esaspera le differenze, ma le compone in una nuova sintesi.

Testi di : Tatsuru Uchida, Ivan Quaroni, Maiko Yamauchi
Lingua : italiano / inglese
Numero pagine : 0
Editore : Lorenzelli Arte
Catalogo numero : 151
Anno di edizione : 2016


copertina-cuoghi

VANNI CUOGHI. Da Cielo a Terra

Danilo Montanari Editore

Storie del ghetto ebraico. Del Ghetto Vanni Cuoghi coglie soprattutto l’atmosfera, insieme magica e claustrofobica, mescolando scorci quotidiani e schegge del passato, ma anche miti e leggende.

Testi di ivan quaroni e Riccardo Calimani
16,5×24 cm / 80 pages / paperback / 2016


cover-principio

PRINCIPIO D’INDETERMINAZIONE

ABC-ARTE Edizioni

Principio d’indeterminazione indaga l’insorgere di una nuova sensibilità astratta e polisemica, che si esprime attraverso una pluralità di medium, dalla pittura alla scultura, fino all’installazione, in discontinuità con i codici dell’astrazione classica, sia essa geometrica, informale o analitica. Il curatore Ivan Quaroni ha individuato sei artisti, nati tra il 1979 e il 1987, che hanno sviluppato linguaggio prevalentemente aniconico, ma in taluni casi senza recidere completamente i rapporti con le grammatiche figurative. Ciò che distingue questo gruppo di artisti è, infatti, il riconoscimento della fondamentale ambiguità dei linguaggi visivi e, insieme, la definitiva archiviazione della dicotomia tra astrazione e figurazione, considerata come un retaggio del passato. Il titolo Principio d’indeterminazione, che allude alle conseguenze epistemologiche della teoria fisica di Heisemberg nel comparto delle ricerche scientifiche, diventa qui il pretesto per sottolineare la radicale soggettività delle indagini artistiche della Y Generation e, allo stesso tempo, per rimarcare come tale soggettività si esprima sempre più liberamente fuori dai perimetri codificati, in una dimensione sintattica aleatoria e oscillante, ambigua e indeterminata.

ABC-ARTE S.r.l, 2016
Bilingual edition 96 pages
Publisher: ABC-ARTE S.r.l
ISBN: 978-88-95618-11-1
Dimensions: 26,5×19,2

esonerare-il-mondo-copertina-catalogo

GIORGIO GRIFFA. Esonerare il mondo

ABC-ARTE Edizioni

Giorgio Griffa è considerato uno dei maggiori protagonisti dell’astrattismo, esponente fra i più creativi di quella tendenza artistica denominata “Pittura Analitica” o “Pittura Pittura” nata sul finire degli anni Sessanta. Le opere dell’artista torinese sono tele libere, non “costrette” dal telaio, dove il colore diventa il tramite di un’azione e il segno l’effetto di un pensiero. Si contraddistinguono per la loro essenziale composizione formale: segni, linee, strisce, arabeschi, a volte sfumati, altre a campiture di colore uniforme ma sempre dipinti direttamente sulla tela grezza; una pittura immediata, vivace e luminosa, eseguita senza esitazioni, ma al contempo con grande emozione. Un modo di dipingere che sposta l’accento sugli elementi sostanziali della pittura, come il colore e lo spazio, elementi essenziali della composizione pittorica. Esonerare il mondo, mostra personale con il patrocinio del Comune di Genova, è l’omaggio che la galleria ABC-ARTE, dedica a Giorgio Griffa. La mostra, curata da Ivan Quaroni, raccoglie una ventina di opere che vanno dal 1968 sino al 1978 e che testimoniano una fase cruciale della ricerca dell’artista, piena di scoperte e intuizioni che saranno importanti anche per gli anni a venire.

ABC-ARTE S.r.l, 2015
Bilingual edition 96 pages
Publisher: ABC-ARTE S.r.l
ISBN: 978-88-95618-08-1
Dimensions: 26,5×19,2


Unknown

ERIC WHITE

Rizzoli International

The first comprehensive and long-overdue monograph of popular rising-star alternative visual artist Eric White, a darling of the Juxtapoz crowd, containing    many previously unpublished new works. Eric White generates a world of masterfully executed, surreal figurative painting. His work is inspired by cinema–the golden age of directors David Lynch and Charlie Kaufman–and a pop culture washed through satire: a fantastical schizophrenic dream logic. White’s name is now mentioned alongside other celebrated alternative-gone-mainstream canonical artists such as Mark Ryden, Ron English, and Robert Williams. This book covers the breadth of his career, from his earliest acrylics and works on paper to his subverted “album-cover art” to the work he describes as paranoid social realism: a window into an invented alternate Hollywood and world around us, one that is stretched, distorted, dark, and extremely witty

Testi: Anthony Haden-Guest, Robert Flynn Johnson, Ivan Quaroni, Peter Coyote, Daniel Rounds

Copertina rigida: 208 pagine
Editore: Rizzoli Intl Pubns (22 settembre 2015
Lingua: Inglese
ISBN-10: 0847846202
ISBN-13: 978-0847846207


Convergenze Parallele

CONVERGENZE PARALLELE. Domenica Regazzoni/Lu ZHiping

Umberto Allemandi Editore

Milano – Palazzo della Permanente – 04 / 28 giugno 2015

Procedimenti differenti, tecniche che parlano il linguaggio di tradizioni fra loro distanti, ma unite in un senso di comune e raffinata eleganza. L’Italia chiama la Cina per una mostra che mette a confronto le diverse anime della grafica: in scena al Palazzo della Permanente di Milano, dal 4 al 28 giugno, le Convergenze parallele che legano Domenica Regazzoni e Lu Zhiping. Un evento curato da Ivan Quaroni e prodotto dalla Shanghai International Culture Association con il patrocinio di Expo 2015, Regione Lombardia, Comune di Milano e China Corporate United Pavilion – Expo 2015.

Testi: Ivan Quaroni
Pagine: 94
Illustrazioni: ill. b/n col.
Legatura: Brossura
ISBN: 978-88-422-2369-6


img_0068

GIOVANNI MARANGHI. Una storia in bianco

Bandecchi & Vivaldi Editori

Giovanni Maranghi torna, dopo anni, ad esporre a Firenze, in quella splendida cornice che ha visto ospitare mostre dei più grandi protagonisti dell’arte del ‘900: Palazzo Medici Riccardi. Una mostra/racconto, dove Maranghi narra il suo trascorso emotivo ed artistico degli ultimi trent’anni, attraverso il gesto a lui più congeniale: il disegno.
Il progetto infatti si basa completamente sulla realizzazione di un’unica opera complessiva che occuperà tutte le stanze messe a disposizione all’interno del palazzo. Il prezioso catalogo, prodotto da Casa d’Arte San Lorenzo, in occasione della personale di  “UNA STORIA IN BIANCO”, allestita nei prestigiosi spazi di Palazzo Medici Riccardi a Firenze nel periodo novembre 2014 – gennaio 2015 con la preziosa curatela di Ivan Quaroni, fa bella mostra di sè insieme altre “chicche” preziose sul sito della Bandecchi e Vivaldi di Pontedera, nella sezione Cataloghi d’Arte.


m

GIUSEPPE CARTA. Il suono e la luce/Light and Sound

Silvana Editoriale

Il volume è dedicato a Giuseppe Carta (Banari, Sassari, 1950), uno degli artisti più apprezzati sulla scena italiana e internazionale di questi anni. Presente alla Biennale di Venezia nel 2009 e 2011, e chiamato a collaborare con l’Andrea Bocelli Humanitarian Award (settembre 2014), l’artista ripercorre in questo volume le tappe della sua carriera, attraverso l’approfondimento dei temi che utilizza nella sua ricerca: gli intimi legami che esistono tra suono, luce, musica e colore. Protagonisti delle sue opere sono elementi di uso comune dal sapore antico, quali bicchieri e calici, cesti, mele, agrumi, grandi zucche o ancora libri, antiche tovaglie poggiate su vecchi cassettoni, pervasi da una vera e propria “luce musicale”. I soggetti di Giuseppe Carta sono estremamente reali, ma nel suo caso non si parla di iperrealismo: i pensieri che suscitano le opere di Carta si riferiscono ad un simbolismo cognitivo, a una dimensione metafisica, che va oltre la mera rappresentazione dell’oggetto.

Testi: Ivan Quaroni
Copertina flessibile: 168 pagine
Editore: Silvana (19 marzo 2015)
ISBN-10: 8836630316
ISBN-13: 978-8836630318


Barbanti

GIULIANO BARBANTI. Asimmetriche armonie 

Lorenzelli Arte Edizioni

Le opere di Giuliano Barbanti possiedono oltre alla precisione compositiva una componente di enigmaticità dovuta alla relazione inquieta tra la costruzione geometrica e l’espansività percettiva della sfumatura. “Questo aspetto -racconta l’artista- mi è diventato ancora più chiaro quando all’interno di quelle superfici ho cominciato ad inserire alcuni elementi squilibranti che si sono subito rivelati dialetticamente “asimmetrici”: le dentellature che accentuavano gli stacchi, l’obliquità delle scansioni, il taglio di intensità delle campiture. In certo modo il precedente rigore riduttivo mi ha aiutato a muovermi con più sicurezza in questa nuova fase di ricerca, proprio perché, al di là del fatto percettivo, riuscivo ad individuare significazioni più pregnanti.”

Testi di: Roberto Borghi, Elena Forin, Ivan Quaroni
Lingua: italiano/inglese
Numero pagine: 192
Editore:Lorenzelli Arte
Serie: 142
Anno di edizione: 2014


bonfanti

ARTURO BONFANTI. Pavatex e Rilievi

Lorenzelli Arte Edizioni

Una selezione di lavori di Arturo Bonfanti, frutto di sperimentazioni avviate a partire dalla seconda metà degli anni sessanta. L’artista, nel rigoroso percorso di ricerca estetica che coniuga la grande tradizione italiana ad un astrattismo internazionale, ha dato luogo ad un linguaggio molto personale, una ‘grammatica astratta’ che proprio in questo periodo segna un ampliamento e un approfondimento che vede tramutare gli iniziali riferimenti alla figura in forme concrete e geometriche sempre più autonome. Le opere in mostra, circa quaranta, appartengono a cicli di lavori realizzati su supporti abbastanza anomali.

Testi di: Ivan Quaroni, Luca Massimo Barbero
Lingua: italian / english
Numero pagine: 72
Editore:Lorenzelli Arte
Serie: 143
Anno di edizione: 2014


griffa

GIORGIO GRIFFA. Silenzio: parla la pittura

Lorenzelli Arte Edizioni

Giorgio Griffa è uno dei maggiori protagonisti dell’astrattismo, esponente fra i più creativi di quella tendenza artistica denominata “Pittura Analitica” o “Pittura Pittura” nata sul finire degli anni Sessanta. Proprio con lavori di questo periodo si apre la rassegna che presenta oltre cinquanta opere, tutte pubblicate a colori nel catalogo, che coprono il decennio dal 1968 sino al 1978, sicuramente il suo periodo più interessante e significativo non solo per le dimensioni, notevoli, dei lavori ma soprattutto per la qualità intrinseca delle opere, di assoluta importanza perché sublime e primaria espressione della ricerca dell’artista. Le opere di Giorgio Griffa sono tele libere, non “costrette” dal telaio dove il colore diventa il tramite di un’azione e il segno l’effetto di un pensiero.

Testi di: Ivan Quaroni
Lingua: Italiano – inglese
Numero pagine: 116
Editore:Lorenzelli Arte
Serie: 145
Anno di edizione: 2015


Arcangelo

ARCANGELO. Da Terra mia, opere su carta 1983-2012

Carlo Cambi editore

Arcangelo è un artista radicale. Lo è in senso letterale e testuale, perché tutta la sua ricerca è fondata sul radicamento e sul senso di appartenenza, e sulla condivisione di un’eredità culturale, quella sannita, che egli ha saputo estendere e trasformare, fino a comprendere i retaggi di altri luoghi e altri popoli. L’affezione al luogo d’origine ha poi saputo evolversi e trasformarsi in qualcosa di più potente e universale, generando una pittura a vocazione “globale”, popolata di suggestioni provenienti dall’Africa e dal vicino Oriente, dal Mediterraneo, dalla lontana Cina e da molte altre realtà. Una selezione di circa sessanta opere su carta, dal primo ciclo Terra mia del 1983 fino ad arrivare a quello dell’estate del 2012, intitolato Ex-Voto, attraversando così quasi trent’anni di lavoro dell’artista. Terra mia è la chiave per comprendere l’afflato fisico e sanguigno della pittura di Arcangelo, tesa a scandagliare la natura non attraverso la luce chiarificante della ragione, ma tramite un’adesione sensuale, e spirituale, all’oggetto della rappresentazione.

Isbn: 978-88-6403-142-2
Formato: 21×26
Pagine: 85
Anno di pubblicazione: 2012

129483

Lorenzelli Arte Edizioni

Lorenzelli Arte ha sempre seguito con entusiasmo il percorso artistico di Ronnie Cutrone e negli anni ha organizzato numerose mostre monografiche, molte delle quali in istituzioni museali italiane e straniere. Fra quelle allestite nella propria sede, oltre alle numerose collettive, ricordiamo le tre grandi personali del 1995, 2003 e, soprattutto, l’ultima del 2010, “Pop, Off the Rack, By the Slice, Mix & Match”, durante la quale l’artista ha potuto estasiare il pubblico presente con i propri racconti e la propria marcata personalità: brillante ma sempre discreta. Cutrone è stato uno dei più straordinari interpreti della New Pop Art americana e si è formato nell’ambiente più vivo e stimolante della cultura newyorkese: assistente di Andy Warhol dal 1972 al 1980, gli anni d’oro della Factory, è stato testimone della stagione americana del Graffitismo e del New Pop degli anni Ottanta di cui ha assorbito l’energia esplosiva ma, soprattutto, ha messo in evidenza alcune intuizioni di Warhol circa il legame tra arte e società contemporanea, utilizzando l’immaginario popolare per farne un’analisi in senso critico.
Il catalogo contiene testi di Luca Massimo Barbero, Elena Forin, Walter Guadagnini, Marco Livingstone, Matteo Lorenzelli, Michael McKenzie, Maurizio Medaglia, Robert Pincus-Witten, Ivan Quaroni, Maurizio Turchet, Alberto Zanchetta, che rappresentano la storia di Cutrone in Italia negli ultimi decenni, con a corredo materiale fotografico inedito e testimonianze epistolari di Cutrone.
Testi di: AA.VV
Lingua: Italiano/Inglese
Numero pagine: 264
Editore:Lorenzelli Arte
Serie: 140
Anno di edizione: 2013

Cuoghi

VANNI CUOGHI. Aion. Giochi, giardini e altre delizie

Umberto Allemandi Editore

Crema, Musei Civici, 14 settembre – 13 ottobre, 2013. Il gioco, la beffa, l’inganno, la trappola, l’affabulazione, ma anche la metafora, la metonimia, la citazione, l’allusione sono, da sempre, gli strumenti retorici dell’arte di Vanni Cuoghi, che qui s’ispira al mondo incantato delle Delizie rinascimentali per dare vita a una sorta d’immaginifica ludologia cortese. L’artista ambienta i suoi racconti nella cornice ideale di un Rinascimento idealizzato, insieme artefatto e incongruo, ma dissemina i suoi eleganti lavori d’indizi che rimandano tanto al passato quanto al presente. In queste opere, più che altrove, emerge la sua innata, postmoderna propensione al miscuglio e alla combinazione, come in un passatempo che sta a metà tra il gioco da tavola e il calembour.

A cura di: Ivan Quaroni
Pagine: 62
Misure: 16,5 x 24 cm
Illustrazioni: tavv. col
Legatura: Brossura
Edizione: Testo Italiano e Inglese.
ISBN: 978-88-422-2259-0


levita

ELOGIO DELLA LEVITA’.

Umberto Allemandi editore

L’esposizione presenta le opere di cinque artisti – Vanni Cuoghi, Enzo Forese, Riccardo Gusmaroli, Mimmo Iacopino, Kazumasa Mizokami – che trovano proprio nella leggerezza, la cifra espressiva più caratteristica del loro lavoro. Infatti, seppur partendo da stili, tecniche e codici linguistici diversi, questi autori sono accumunati da uno stretto controllo formale, da una pratica paziente, quasi miniaturistica, che non lascia spazio a improvvisi cedimenti e in cui l’approccio ironico e giocoso convive con lo slancio lirico e introspettivo. “Cuoghi, Forese, Gusmaroli, Iacopino e Kazumasa – afferma il curatore, Ivan Quaroni – prolungano una stagione all’insegna della levità, inaugurata in Italia negli anni Novanta, prima con le esperienze concettuali di Stefano Arienti, Massimo Kaufmann, Marco Cingolani e Mario Della Vedova, i quali riscoprivano il valore dell’intelligenza e della speculazione nell’arte, e poi con le vicende di Portofranco, capitanate dal gallerista Franco Toselli, le quali riaffermavano il valore dello humor e della poesia, attraverso meccanismi di détournement e straniamento visivo”.

A cura di: Ivan Quaroni
Pagine: 58
Misure: 17 x 24 cm
Illustrazioni: ill. e tavv. b/n col.
Legatura: Brossura
Edizione: Testo Italiano e Inglese
ISBN: 978-88-422-2306-1


damioli

ALDO DAMIOLI. Generi e rigeneri

Carlo Cambi editore

Aldo Damioli e la sua pittura figurativa, a cui spetta l’arduo compito di rigenerare e attualizzare procedure che affondano le radici in un tempo lontano. Generi e rigeneri è, quindi, un titolo esemplificativo della speciale attitudine dell’artista, che interpreta la conoscenza tecnica e la riflessione sul linguaggio come parti fondanti di un processo in divenire. Damioli è, senz’ombra di dubbio, un pittore apollineo, capace di imbrigliare il daimon dell’espressività entro confini certi e di dominare il colore, la composizione e la prospettiva con scientifica acribia.

Isbn: 978-88-6403-143-9
Formato: 21×26
Pagine: 76
Anno di pubblicazione: 2012

cutrone_sito_75731


Lorenzelli Arte Edizioni

“Mi sono avvicinato all’idea di dipingere musica”, spiega Ronnie Cutrone, “nello stesso modo in cui lo avrei potuto fare da teenager che dipinge la sua preziosa collezione di dischi con i suoi idoli e le sue ossessioni. Un modo piuttosto naif, quasi sciocco, ma con amore”. L’impatto visivo di queste opere, dove le scritte hanno un’importanza uguale alle immagini, è decisamente notevole, lo stile grafico pittorico preciso e, allo stesso tempo, apparentemente trascurato, i colori spesso stridenti e sgocciolati. La prima copertina dipinta da Cutrone è quella del disco The Paragons Meet The Jesters a cui sono seguiti i musicisti e cantanti di culto che ormai fanno parte della storia: da “Sketches of Spain” di Miles Davis a Madonna col disco “Erotica”, da “Rhapsody in blue” di Gershwin, al Jimi Hendrix di “Are You Experienced?” al Nino Rota di “Amarcord”. Reinterpretando le copertine degli album che ha amato, l’artista compie un viaggio a ritroso non solo nella propria storia ma anche in quella della Factory. “Come artista pop”, ha dichiarato, “sono ossessionato dai fenomeni culturali e dalle tendenze che nel bene o nel male alimentano e trasformano una società”.

Testi di: Elena Forin & Ivan Quaroni
Lingua: it / eng
Numero pagine: 112
Editore:Lorenzelli Arte
Serie: 132
Anno di edizione: 2010
Formato: 24×17

cop.aspx


Vanilla Edizioni

Non sempre l’apparenza e l’essenza delle cose coincidono in maniera esteriore; a volte una rappresentazione fantastica cela un’aderenza al reale che un’immagine fotografica nemmeno riesce a sfiorare, nonostante l’impegno che mette nella simulazione esteriore. D’altro canto, una giornata grigia, non è necessariamente triste o nebbiosa, ma possiamo trovare in essa il tepore rassicurante di un’intimità che i colori ci impedirebbero di cogliere: Marco Demis prende per mano una surrealtà intima, quella dei sogni, dove non è necessario accadano cose improbabili, perché la deviazione è innescata da un semplice oggetto fuori posto. Realtà e surrealtà vengono combinate in modo da ottenere una composizione equilibrata ed esteriormente verosimile dinanzi alla quale è impossibile non abbandonarsi ad un viaggio che non necessita della ragione.

Collana: vanillaPOCKET
Numero in collana: 12
Testi: Ivan Quaroni, Viviana Siviero
Anno: 2012
ISBN: 978-88-6057-152-6
Dimensione: 16×23,5 cm
Rilegatura: brossura filo refe
Pagine: 64
Illustrazioni: 54



Lorenzelli Arte Edizioni

La mostra, frutto della collaborazione con le gallerie Thomas Levy di Amburgo e Patrice Trigano di Parigi, presenta un nucleo di opere -quaranta oli su tela- incentrato sul tema dello spettacolo e dell’illusionismo che documenta una ulteriore evoluzione della poetica dell’artista, iniziatore della Pop art inglese. Allen Jones concepisce la pittura come performance e la tela come palcoscenico, un “congegno” pittorico dentro il quale vivono come una sorta di paesaggio di sfondo gli artisti che costituiscono il patrimonio della sua memoria: Matisse, Mirò, Picasso, Delaunay.
Testi di: Ivan Quaroni
Lingua: it / eng
Numero pagine: 80
Editore:Lorenzelli Arte
Serie: 130
Anno di edizione: 2010
Formato: 24×17

itaNB

 ITALIAN NEWBROW. Cattive Compagnie

Umberto Allemandi editore

Italian Newbrow, progetto nato da un’idea di Ivan Quaroni, formulata per la prima volta nel 2009, alla IV Biennale di Praga, curata da Giancarlo Politi ed Helena Kontova, presenta un significativo spaccato della giovane arte italiana, sviluppatasi in seguito alla diffusione di massa di Internet e alla globalizzazione dell’economia, che hanno ridisegnato il contesto culturale in cui si trovano a operare le nuove generazioni di artisti. «Newbrow» è un termine inglese che letteralmente significa «nuovo ciglio», ma che può essere inteso nell’accezione di «nuovo profilo», allo scopo di evidenziare un approccio inedito al problema dei rapporti tra cultura alta e cultura popolare. Più che un gruppo ristretto di artisti, Italian Newbrow è uno scenario espansivo e virale, in continua evoluzione, che attraverso mostre, pubblicazioni, articoli e conferenze, documenta l’attitudine comunicativa, aperta e orizzontale dell’arte italiana contemporanea.

A cura di: Ivan Quaroni
Pagine: 96
Misure: 16,8 x 24 cm
Legatura: Brossura con alette
Edizione: Italiana e inglese
ISBN: 978-88-422-2169-2


copertina-libro

ITALIAN NEWBROW

Giancarlo Politi editore

Il volume presenta una ricognizione nell’arte contemporanea Italiana, in particolare in quello scenario culturale che il critico Ivan Quaroni ha chiamato Italian Newbrow. Si tratta non di una nuova corrente artistica o di un nuovo linguaggio, ma piuttosto di un’attitudine, un’inclinazione, una modalità di pensiero che attinge simultaneamente a una pluralità di fonti iconografiche, radicate nella cultura e nell’immaginario di massa del mondo globale e connesso scaturito dai recenti mutamenti tecnologici e culturali. Il libro raccoglie diversi saggi e un nutrito numero di opere degli artisti che appartengono a questo nuovo scenario.


d0c5c554-31df-4879-a997-c8fd2079f67c

ARCANGELO. II Monografia. Opere 1983-2007

Damiani Editore

“Una delle modalità tipiche dell’arte di Arcangelo [è] quella di mescolare l’impronta gestuale, il colare verticale della pittura, la macchia, l’immagine totemica e la scrittura, in un unico apparato iconografico”. Così il critico Ivan Quaroni introduce l’opera del pittore e scultore Arcangelo in un libro che rappresenta la continuazione di una precedente e poderosa ricognizione sul suo lavoro. Ripercorrendo quindici anni di attività dell’artista, il volume è da leggere come una sorta di viaggio spaziale e temporale attraverso i luoghi e le suggestioni che ne hanno determinato tutta la produzione. Partendo dal sud Italia – arcana terra di riti misterici da cui proviene e su cui continuerà a lavorare nei cicli Terra mia (1983) e Feticci e Sanniti (2000) – Arcangelo incrocia la cultura della popolazione africana dei Dogon (Dogon, 1994) e quella medio-orientale (Tappeti persiani, 2000), sino “all’evasione più lontana, la più estrema” nella serie pittorica Verso Oriente (1998). Nato ad Avellino nel 1956, negli anni ’80 Arcangelo frequenta l’Accademia di Belle Arti a Roma, città dove entra in contatto con i maestri della scultura italiana, per poi trasferirsi definitivamente a Milano. Parallelamente all’intensa attività espositiva, Arcangelo ha prodotto numerosi cataloghi e libri d’artista, fra cui Monografia – Opere 1983-2002.

Testi di: Marilena Pasquali, Ivan Quaroni, Maurizio Cucchi, Alberto Zanchetta, Massimo Sgroi, Alessandro Trabucco. ISBN: 978 88 6208 048 4 lingua: Italiano / English pagine: 424 illustrazioni: 650 rilegatura: cartonato in tela con sovraccoperta uscita:autunno 2008


SNP1381414707_298_scheda_libro_immagine_cover_ittura

LABORATORIO ITALIA. Nuove tendenze in pittura 

Johan & Levi Editore

 

Excursus sugli ultimi 10 anni di giovane pittura italiana tra Pop contemporaneo, New Folk, anacronismi e formalismi. Che cosa significa essere contemporanei in arte? Sono contemporanee soltanto le forme artistiche che rompono con il passato e introducono linguaggi innovativi o lo sono anche le espressioni anacronistiche che ripropongono in chiave inedita stilemi del passato? Da questo interrogativo muove l’introduzione di Ivan Quaroni a Laboratorio italia, volume con cui il giovane critico milanese documenta gli sviluppi della pittura italiana delle ultime generazioni attraverso una selezione di 52 artisti rappresentativi del fenomeno pittorico attuale. I pittori scelti da Ivan Quaroni rappresentano un ventaglio di modalità pittoriche e declinazioni stilistiche con approcci e background molto diversi. Il denominatore comune è un rinnovato interesse per la figurazione con la diffusa tendenza a guardare e saccheggiare altri ambiti: dal mondo dell’illustrazione ai cartoni animati, dai fumetti al design, dalla computer grafica ai videogame, dalla cronaca allo spettacolo. Laboratorio italia, grazie a una struttura agile e veloce, si propone come strumento di consultazione dei più recenti esiti della ricerca pittorica contemporanea. A ognuno dei 52 artisti selezionati sono state dedicate quattro pagine contenenti curricula espositivi, note critiche e un apparato iconografico. Per rafforzare il valore testimoniale di questa raccolta, sono state aggiunte le indicazioni di prezzo relative a ogni artista, in modo tale da soddisfare la curiosità di collezionisti e addetti ai lavori che avranno, così, uno strumento in più per valutare le future oscillazioni del mercato.

A cura di: Ivan Quaroni
Anno: 2007
Lingua: italiano/inglese
Pagine: 224
Prezzo: 38 €
ISBN: 978-88-6010-005-4
Formato: 21×27


VANNI CUOGHI. Novus Malleus Maleficarum

Silvana Editoriale

Questo volume presenta ai lettori l’ultima serie di opere di Vanni Cuoghi (Genova, 1966), intitolata Novus Malleus Maleficarum. Il titolo – traducibile come Martello delle Streghe – è mutuato dal celebre libro compilato dai frati domenicani Jacob Sprenger e Heinrich Instior Kramer, pubblicato in latino nel 1486 e usato come manuale d’inquisizione per la caccia alle streghe fino alla metà del Seicento. Nelle opere qui presentate – dodici su carta e una ceramica – l’artista reinterpreta con spirito irriverente il tradizionale scontro tra Angeli e Demoni, trasformando gli angeli in streghe e i demoni in “poveri diavoli”, e sostituendo al conflitto tra bene e male l’eterna lotta tra le culture matriarcale e patriarcale. Così, mentre i demoni diventano incarnazioni dello spirito afflitto del genere maschile nella società contemporanea, le streghe personificano l’attuale ascesa del potere femminile. Queste opere illustrano il nuovo corso della ricerca dell’artista, che abbandona i toni lievi e ironici del passato per passare ad atmosfere più severe e drammatiche.

Curato da: Ivan Quaroni
Testi di: Ivan Quaroni
Editore: Silvana Editoriale
Data di Pubblicazione: Novembre 2011
Ean: 9788836621613
Pagine: 64
Formato: brossura


mk

SALVO. Estasi ordinaria

Zonca & Zonca Edizioni

 

Language: English, italian – 96 pages – color illustrations – Piccolo, elegante volume pubblicato in occasione della mostra allestita a Milano nel 2008. Documenta dipinti eseguiti nel 2007 e nel 2008. Testi di Ivan Quaroni, Francesco Sandroni e Norma Mangione. Edizione bilingue italiano/inglese. «Non è un caso che presentando i suoi nuovi lavori Salvo abbia scelto il proditorio titolo di “estasi ordinaria”, un ossimoro in linea con la sostanza inafferrabile ed enigmatica della sua pittura. Già, perché la combinazione contrastante dei due termini, uno riferito ad un’esperienza sovrasensibile, l’altro ad una più prosaica, ha il pregio di rimarcare, invece, quell’ambiguità tra realtà e finzione in cui “tutto rimanda a qualcos’altro e tutto si nasconde”».

Testi: Norma Mangione, Ivan Quaroni, Francesco Sandroni
Copertina rigida
Editore: Galleria Zonca & Zonca (2008)
Lingua: Italiano, Inglese
ASIN: B005IV881E


ROBERT PAN. Sternenstaub/Quasar

Carlo Cambi Editore

Il Quasar (contrazione del termine inglese Quasi stellar radio source, radiosorgente quasi stellare) è un corpo astronomico dall’intensa luminosità rossa, che secondo alcuni scienziati testimonia l’origine cosmologica delle galassie.

Per l’artista Robert Pan il cosmo è un’ossessione ricorrente, un’immagine archetipica che riproduce la compagine dell’infinitamente grande e dell’infinitamente piccolo. Mostra e catalogo proseguono il percorso iniziato da Pan con le personali sul mistero insondabile dell’infinito: Dharma (legge cosmica), Lîlâ (gioco cosmico), Zenit e Sternenstaub (polvere di stelle).
Pan plasma i suoi lavori come uno scultore, fabbricando l’oggetto per sovrapposizione di strati, per accumulazione di resine e pigmenti: è una prassi perfezionata in anni di sperimentazione, una tecnica connessa con lo spazio e con la dimensione del manufatto. L’artista sonda il cosmo per indagare l’uomo: nell’immensità eterica delle sue mappe, così simili agli universi della fisica quantistica, avvertiamo il fervore partecipe e trepidante di un sentimento umano, quasi troppo umano.

Curato da: Ivan Quaroni
Testi di: Ivan Quaroni
Editore: Carlo Cambi Editore
Data di Pubblicazione: Maggio 2012
ISBN: 978-88-6403-122-4
Pagine: 84
Formato: Larghezza 21 cm; Altezza 26 cm


vene

GIUSEPPE VENEZIANO. Zeitgeist

Bandecchi & Vivaldi Editori

 

L’arte è prima di tutto una testimonianza del tempo, un’espressione delle forze e delle urgenze che operano in un dato periodo. Se l’opera d’arte non riflettesse il mondo in cui è stata concepita allora il suo valore sarebbe necessariamente ridotto. Giuseppe Veneziano ha assunto un ruolo chiave in questo senso. Più volte si è autodefinito un “cronista dell’arte”, con l’intenzione di difendersi dalle accuse che gli sono state rivolte di voler a tutti i costi provocare e scandalizzare il pubblico. L’idea dell’artista è, invece, di rispecchiare attraverso la sua opera le ossessioni dominanti della società contemporanea. In una recente intervista Veneziano ha sostenuto che “l’arte non si occupa di sole bellezze e meraviglie, ma anche degli aspetti meno piacevoli della realtà. Come il dolore. Se un’opera d’arte tratta una tematica violenta o utilizza immagini violente, non è l’artista che sta speculando sul dolore, ma è la società stessa che lo sta facendo”. Per Veneziano la “modernità” è prima di tutto “contemporaneità”, ossia convivenza simultanea di passato e presente, di realtà e finzione, di menzogna e verità entro i confini di un’unica dimensione fluida e indifferenziata. Quella, davvero post-moderna, della nuova arte pop

A cura di Ivan Quaroni
Testi: Luca Beatrice, Chiara Canali,Andrea G. Pinkett,  Ivan Quaroni, Alessandro Riva
Copertina flessibile: 144 pagine
Editore: Bandecchi & Vivaldi (31 luglio 2010)
ISBN-10: 8883413989
ISBN-13: 978-8883413988


cat_40349

ARCANGELO. Lunga notte di stelle sannite

Lorenzelli Arte Edizioni

La pittura di Arcangelo si esprime infatti come un fitto racconto di immagini e segni, dove i diversi elementi entrano ed escono di scena solo momentaneamente, e dove i richiami e gli echi alla cultura delle origini fanno da sfondo a questo teatro di personalissimi sensi poetici. I Sanniti sono gli uomini nati nella terra del Sannio, terra d’origine dello stesso Arcangelo, figure dalle quali l’artista prende spunto per attuare un’originalissima interpretazione della storia, delle tradizioni del suo popolo e della sua gente. Questa indagine, serrata nei materiali “iconografici” tipici della sua madre terra, è da sempre il tema fondamentale dell’arte di Arcangelo; il dato, umano e sensibile, che da anni costituisce la cifra inconfondibile della sua pittura.

Testi di: I. Quaroni
Lingua: italiano / inglese
Numero pagine: 64
Editore:Lorenzelli Arte, Milano
Serie: 110
Anno di edizione: 2004
Formato: cm 24×18


cover_066_Texas

KINKY TEXAS. Texas anno zero

Vanilla Edizioni

 

«Holger Meier, meglio conosciuto come Kinki Texas, è prima di ogni cosa un pittore dotato di un incredibile istinto per il segno e per il colore. È un artista veloce, irruento, completamente irriflessivo quando si tratta di distribuire i pesi e gli ingombri sulla superficie della tela e del foglio di carta, ma proprio per questo i suoi lavori posseggono una sorta di primitiva bellezza, un vigore indomito, che è la conseguenza – s’intuisce – di un’eccedenza, di una sovrabbondanza che è, insieme, benedetta e pericolosa.»
Tratto dal testo Cuore selvaggio di Ivan Quaroni.

Artista/Autore: Kinki Texas – Holger Meier
Testi: Ivan Quaroni
Anno: 2008
ISBN: 978-88-6057-066-6
Dimensione: cm 22×22
Rilegatura: Brossura filo refe
Pagine: 60
Illustrazioni: 27


cover_terk_09251

STEFFEN TERK. Das Vermenschlichte Tier / Gli Animali Umanizzati

Lorenzelli Arte Edizioni

 

Steffen Terk, nato a Dresda nel 1950, è cresciuto nell’avverso clima culturale della DDR. Studia all’Accademia di Belle Arti e tra il 1971 e il 1976 prende parte all’esperienza del collettivo Lücke con A.R. Penck, Haral Gallasch e Wolfgang Opitz. E’ in questa sua prima fase artistica che si delineano i caratteri della sua pittura: antiromantica e incentrata sullo studio della forma e del colore. Teorie e atteggiamenti che matura all’interno della gruppo della Lücke. Nel 1980 si trasferisce a Bonn dove espone in numerose gallerie e musei fra i quali: Grosse Düsseldorfer Kunstausstellung; Kunstmuseum Basel; Städel; Albertinum Dresden; Kunstverein Oberhausen; Sekretär Kunsthandel Frankfurt; Artsekretär Kunstraum di Bonn. on la serie Animals for Lorenzelli Arte l’artista trasferisce su soggetti animali atteggiamenti e sentimenti tipici umani, in un “tentativo di ribaltamento del consueto meccanismo proiettivo dell‘uomo il quale vede gli animali come l’incarnazione dei proprio attributi morali o caratteriali”.

Testi di: Ivan Quaroni; Steffen Terk
Lingua: italiano, inglese, tedesco
Numero pagine: 64
Editore:Lorenzelli Arte
Serie: 125
Anno di edizione: 2008
Formato: 24×17


pinna190

ALEX PINNA. 

Silvana Editoriale

Il volume, edito in occasione di tre mostre che si terranno tra dicembre 2004 e marzo 2005 a Terni, Genova e Torino, documenta la produzione artistica di Alex Pinna dal 1998 a oggi. Il catalogo, corredato dai testi critici di Luca Beatrice, Giannella De Muro e Ivan Quaroni, ripropone la fortunata serie di sculture realizzate in cera, resina, corda e marmo. Gli omini di Pinna, dalle braccia e gambe allungate a dismisura, fin dove lo permette la pietra, sono funamboli ed equilibristi che, come silenziose controfigure dell’artista, affermano i temi della precarietà e dell’equilibrio, già affrontati dall’artista nella produzione scultore precedente e nei disegni. Un’altra serie nota è invece incentrata sul motivo delle ombre, generate da sagome di piombo ritagliate e associate alle sculture senza seguire le normali regole luminose in modo che, quasi dotate di vita propria, esse sembrano dialogare coi protagonisti, aiutandoli o contrastandoli nelle loro azioni. Il volume è completato da un’intervista di Maurizio Sciaccaluga all’artista e da una biografia.

Terni, dicembre 2004 – Genova febbraio 2005 – Torino, marzo 2005

Testi di: Luca Beatrice, Giannella De Muro, Ivan Quaroni, Maurizio Sciaccaluga
Formato: 24×26
Pagine: 120
N. illustrazioni:50 a colori
Lingua:ed. bilingue italiano/inglese
ISBN/EAN:88-8215-853-5

luciano_bartolini_89601

Lorenzelli Arte Edizioni
I segni che Luciano Bartolini utilizza rispondono a culture ed epoche diverse, svincolati tuttavia da una connotazione geografica e temporale precisa. L’Artista cita, ma non palesa mai i contenuti dei suoi lavori, tutto è avvolto in un alone di mistero che rende le sue opere magiche, intriganti, e contemporanee. Il gesto creativo sta nell’atto stesso di riportare in vita segni semplici e dimenticati e ricomporli in un gioco di rimandi e ripetizioni che lasciano aperte le porte dell’immaginazione, della via spirituale e della sfera emotiva.
Testi di: Ivan Quaroni
Lingua: Italiano, Inglese
Numero pagine: 80
Editore:Lorenzelli Arte
Serie: 126
Anno di edizione: 2008
Formato: 24×17 cm

1181151

Edizioni Gabriele Mazzotta

Questo catalogo accompagna la mostra “Mimentica-mente” che l’artista milanese presenta a Como in occasione dei quindici anni di attività della Galleria di Roberta Lietti. Lo stile di Federico Guida è un realismo nuovo e trasfigurato, dove il tempo sembra sospeso; Guida si innesta nel percorso che parte dalla fisiognomica di Lombroso e approda alla psicologia, per rendere la verosimiglianza psichica. Secondo il pensiero psicanalitico moderno i turbamenti della psiche e le tempeste emotive influenzano il corpo, ed è questa trasformazione corporea che Guida cerca di fermare con il colore. L’artista analizza una serie di tipologie umane estreme, in lotta contro la follia, la malattia, la vecchiaia e la morte. Il catalogo, con testi in italiano e in inglese, contiene 23 tavole a colori, in cui spiccano i rossi accesi, animati da chiaroscuri caravaggeschi; è inoltre completato da una breve introduzione dell’Assessore alla Cultura di Como Sergio Gaddi e da un apparato biografico sulla vita dell’artista.

Testi di: Ivan Quaroni, Maurizio Sciaccaluga
Nota Lingua: Italiano e inglese 
72 Pagine – 34 Illustrazioni ( 23 a colori )  
Dimensioni: 22×24 cm. 
ISBN: 978-88-202-1781-5

Senza_nome_scandito_01_28081


Lorenzelli Arte Edizioni
Il gruppo di opere di Paolo Icaro presentate in questa mostra, sono raccolte tutte insieme sotto il nome “Modalità”: Ogni lavoro infatti propone una modalità, “uno specifico modo di pensare e fare – precisa Icaro – verso l’essere e il divenire” di una possibile scultura.  Prendendo in prestito la parola “Modalità” dal mondo della musica, i lavori esposti suggeriscono sentieri diversi, maggiori e minori, alla ricerca della scultura perduta, cogliendo la suggestione della prima delle invocazioni della “preghiera-decalogo” – “suggerite in solitudine dalla scultura” – e proposta da Arturo Martini (in La scultura lingua morta, 1947): “fa che io serva solo a me stessa”.

Testi di: Mario Bertoni, Ivan Quaroni, Paolo Icaro

Lingua: Italiano, Inglese
Numero pagine: 72
Editore:Lorenzelli Arte, Milano
Serie: 119
Anno di edizione: 2006
Formato: 24×18
Note: Apparati bio-bibliografici a cura di Lara Conte

Senza titolo-4

MAURO CEOLIN

Johan & Levi Editore

 

La monografia è costituita da un’intervista all’artista realizzata da Ivan Quaroni e da un racconto di Tiziano Scarpa. Completa il libro un ricco apparato iconografico che presenta le opere di questo esponente dell’arte videoludica.

 A cura di: Ivan Quaroni
Testi di: Ivan Quaroni, Tiziano Scarpa
Anno: 2006
Lingua: italiano/inglese
Pagine: 142
Prezzo: 30 €
ISBN: 978-88-6010-016-0
Formato: 21×27 cm
llustrazioni: colori

SNP1381416028_222_scheda_libro_immagine_cover__nelli

VALERIA AGOSTI NELLI

Johan & Levi Editore

 

In questa monografia Ivan Quaroni, attraverso un’intervista all’artista, ne documenta il percorso creativo dall’esordio con le sculture fino all’approdo ai grandi quadri dell’ultima fase di produzione. Le figure filiformi di Valeria Agosti Nelli, siano esse disegnate o scolpite, sono la sigla di uno stile unico, maturato attraverso anni di disciplinato lavoro. Nel volume sono riprodotti i disegni e le opere realizzate con l’impiego di materiali fragili ed effimeri come la carta, il legno, la lana e la cartapesta. Completa la monografia il racconto inedito dal grande scrittore Roberto Piumini, evocante le suggestioni delle opere della Agosti Nelli.

 A cura di: Ivan Quaroni
Testi di: Roberto Piumini, Ivan Quaroni
Anno: 2006
Lingua: italiano/inglese
Pagine: 128
Prezzo: 30 €
ISBN: 9788860100016
Formato: 21×27 cm
llustrazioni: colori

cutrone_84942

Lorenzelli Arte Edizioni
Il lavoro di Ronnie Cutrone è da sempre molto vicino al mondo infantile, è carico di humor e di ironia, è di grande interesse attuale e testimonia la straordinaria vitalità dell’immagine. Attraversando la stagione americana del graffitismo dei primissimi anni ’80, pur senza farne parte, concentrando la ricerca al linguaggio dei fumetti e della cultura popolare e con la sua rivisitazione personalissima della Pop Art, il lavoro di Cutrone si esprime via via attraverso una lettura ludica e disincantata di segni – e perché no – di sogni, che si esplicitano in un linguaggio a tratti intenzionalmente dissacratorio toccando anche temi politici: è appunto il caso della sezione di lavori scelti per questa mostra che si ispirano agli attentati di New York, città in cui Cutrone è nato ed ha sempre vissuto, e della quale ha respirato il senso di ciò che per lui rappresenta la “cultura americana”. 

Testi di: R. Cutrone, M. McKenzie, M. Medaglia, M. Livingstone, R. Pincus-Witten, I. Quaroni, A. Zanchetta
Lingua: Italiano/Inglese
Numero pagine: 84
Editore:Lorenzelli Arte, Milano
Serie: 104
Anno di edizione: 2003
Formato: cm 24×17
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: